Oro, carati e purezza

Oro, carati e purezza

Per essere lavorato e dar vita ad affascinanti creazioni, l’oro deve avere particolari caratteristiche.

Nessuno è immune al fascino dell’oro, il metallo che da sempre strega gli occhi con la sua luce. In oreficeria non viene utilizzato puro ma combinato con altri metalli che ne esaltano le caratteristiche, dando vita alle famose leghe di oro giallo, bianco e rosa.

Chi viene in gioielleria a scegliere un gioiello in oro, spesso si interessa solamente al colore della lega o al peso del gioiello, non sapendo che anche il grado di purezza del metallo contribuisce al valore della creazione.

La purezza dell’oro

Quando si parla di gioielli in oro, il carato (Kt) è l’unità di misura che aiuta insieme al peso a conoscere con esattezza la quantità di metallo presente nel prezioso. La purezza, o caratura, dell’oro puro è di 24 carati (da un’antica moneta d’oro puro utilizzata in Germania, il cui peso è stato convenzionalmente scelto come riferimento per la scala di caratura).

L’oro a 24 carati è troppo morbido, per cui gli orafi ricorrono a diversi gradi di purezza, indicati sulle creazioni con sigle incise. I preziosi a 22 Kt contengono più del 90% d’oro, mentre 18 Kt è la quantità più utilizzata in gioielleria con una presenza di metallo prezioso del 75%. I 12 kt, infine, fanno riferimento a una misura d’oro pari al 50%.

Oro a 18 kt: materia dalle caratteristiche uniche

L’oro a 18 carati è il più utilizzato dagli orafi di tutto il mondo, da sempre: offre la massima resistenza in relazione alla più alta quantità d’oro possibile. A questo grado di purezza, l’oro può essere lavorato per realizzare creazioni anche molto complesse senza incorrere nel rischio di rotture.

C’è un altro motivo per cui l’oro 18 kt viene scelto dagli orefici: la sua elevata resa della luce. I 24 e i 22 carati hanno un colore giallo talmente inteso da risultare quasi cupo, tanto che la luce sembra quasi esserne assorbita. L’oro 18 kt, grazie alle piccole percentuali di argento, rame e nichel presenti nella lega (tutti elementi molto riflettenti) rende le creazioni molto più luminose. Per la sua particolare composizione è inoltre anallergico, perfetto quindi per chi soffre di irritazioni ed allergie legate ai metalli.

Consiglio sempre, a chiunque decida di acquistare un prezioso in oro, di verificare il grado di purezza e preferire il metallo a 18 kt.

 

Nella nostra Gioielleria di San Donà di Piave (VE) proponiamo collezioni realizzate da maestri orafi come Leo Pizzo, Fope, Federico Buccellati, Giorgio Visconti e accompagniamo ogni cliente nella scelta del gioiello giusto.

Venite a trovarci, sarò felice di mostravi creazioni uniche e darvi ulteriori dettagli su questo metallo unico.